venerdì 3 luglio 2015

Due parole sul Paupergeddon e riflessioni

Il Paupergeddon è un bellissimo torneo organizzato dagli amici di LPI, ed oggi è uscito il regolamento unificato.
Non posso negare di essere contento, sono un sostenitore dell'Online della prima ora e, a costo di perdere lettori, ho sempre pubblicato quasi esclusivamente liste di online. I motivi li ho già spiegati N volte e non li ripeto qua.
Quando ho iniziato questo blog, la Community era decisamente per il Real, poi metà e metà e ora sembra essere prevalente l'Online, mi piace pensare che sono stato parte attiva in questo processo, spiegando di volta in volta le mie ragioni, a costo di diventare impopolare per alcuni.
Ho smesso di giocare "seriamente" a questo gioco nel 2007, proprio a seguito di un ruling "discutibile" ai nazionali del 2007 (mi pare era Ravnica/Time Spiral), capii che non potevo dedicare più tutto quel tempo a questo bel gioco che aveva, a mio avviso, ancora buchi nel regolamento e nell'organizzazione.
Dopo essere stato lontano dalle scene per molti anni, ho conosciuto il Pauper per caso, e mi è piaciuto quello spirito non competitivo che mi ricordava i tempi andati del primo Magic. Ho scelto la lingua italiana, perchè è la mia lingua, la lingua del paese che amo, so bene che in inglese avrei avuto molte più visite ma l'intento era proprio quello di sostenere i giocatori del mio paese, che nulla hanno da invidiare agli altri, e finalmente anche i risultati lo stanno dimostrando.

Trovo questa nazione sia affetta da un complesso di inferiorità palese, riscontrabile anche in altri ambiti (politico-economico su tutti) per cui pensiamo che se uno si chiama Kevin Smith è figo mentre se si chiama Marco Rossi no (nomi a caso).
Rientrando da questa lunga digressione faccio i miei complimenti per l'organizzazione ai ragazzi di LPI, personalmente cercherò di partecipare se riesco a convincere i miei vecchi amici per una rimpatriata, magari anche quelli che non vivono più in Umbria (vero Faya Ballard, Gatta, Dio dell'Affinity e Katainen?).
Non credo porterò avanti questo lavoro all'infinito, sono stato contento di mettere a disposizione le mie conoscenze e imparare piano piano a esprimermi in maniera comprensibile, mi piacerebbe un domani scrivere un libro su Magic ma questa è un'altra storia...
Se apprezzate il blog avete modo di dimostrarlo con una donazione, e soprattutto quando qualcuno chiede informazioni sul formato magari linkate le pagine di questo blog, sono frutto di passione, impegno e competenza, nella nostra lingua, meglio ancora se avete qualche amico/parente che lavora alla Wiz, fategli il mio nome :-)
Alla prossima ragazzi!

2 commenti:

  1. La notizia del Paupergeddon mi ha davvero reso felice!
    Quando i fan si muovono per una passione, riescono a far tremare le cose.
    Ti faccio l'esempio di un altro gioco: Blood Bowl. Questo gioco di miniature venne pian piano abbandonato dalla GW, se esiste ancora è grazie alla NAF (l'associazione dei giocatori di Blood Bowl) che ha continuato a mantenere vivo il gioco.
    Sono sicuro che accadrà la stessa cosa anche in Pauper! Con l'aumentare costante della passione del formato, la Wizard non può fare finta di niente...
    Ne sono davvero sicuro, che questo sarà l'inizio per ufficializzare il formato!

    Questo è merito sopratutto vostro, specialmente per te Valerio.
    Ci metti davvero tanta passione, spero che tu possa continuare sempre al meglio!
    Un mega abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Ricambio la stima e l'affetto! Magari ci becchiamo al Paupergeddon

      Elimina